I cani possono mangiare il tonno?

I cani possono mangiare il tonno?

L’estate si avvicina e con essa i cibi rinfrescanti e leggeri si fanno spazio sulle nostre tavole. Nelle dispense non manca di sicuro il tonno con cui arricchire piatti o preparare insalatone.
Ma questo alimento, così nutriente e gustoso, può essere mangiato anche dai cani?

Chi vive con un cane lo considera parte della famiglia e sicuramente si è chiesto più volte cosa possa condividere con il proprio amico a quattro zampe.
Specialmente quando i cani si avvicinano al tavolo mentre mangiamo, la tentazione è quella di dare accontentare la richiesta e di dare loro un po’ del nostro cibo. Ma non sempre questa scelta si rivela la più indicata o salutare.
Nel caso del tonno in scatola come ci dobbiamo comportare?
Oggi scopriremo insieme se il tonno è uno di quegli alimenti che i nostri cani possono mangiare.

I CANI POSSONO MANGIARE IL TONNO?

La risposta in generale è sì.
Se il vostro cane quindi vi implora con occhi dolci per avere un po’ di tonno, potete anche decidere di condividerne un po’ con lui, a patto di usare sempre il buon senso.

Una raccomandazione generale è infatti quella di non fare consumare al nostro cane troppi cibi destinati agli umani o i nostri avanzi. In essi sono spesso contenuti condimenti o conservanti che potrebbero risultare poco sani per il nostro amico Fido.
Inoltre se i cani si abituano a mangiare gli alimenti che dal nostro piatto, potrebbero non volere più o arrivare a rifiutare le loro crocchette o il cibo umido.

Anche nel caso del tonno, sebbene sia ricco di componenti nutritivi è infatti consigliato non eccedere mai nel dare cibi di questo genere ai propri amici animali. In grande quantità potrebbe infatti non essere ben tollerato.

Si può quindi raggiungere il giusto equilibrio tra cedere del tutto alle richieste del nostro amico e il privarlo di piccoli sgarri.
Si può ad esempio aggiungere un pochino di tonno alle crocchette, per insaporirle e per farle diventare più appetitose.
Oppure si può pensare di preparare degli snack casalinghi a base di pesce. In questo modo si possono preparare dei bocconcini gustosi ma nutrienti per premiare il nostro cane o per delle sessioni di addestramento.

I BENEFICI DEL TONNO

Il tonno costituisce uno degli alimenti dalle molteplici proprietà nutritive e può essere utilizzato per integrare una buona dieta.
Questo pesce, sebbene non sia tra i più magri, contiene molto meno grassi e aminoacidi rispetto alle carni e un basso contenuto di colesterolo. Sono numerosi quindi gli elementi di questo pesce che possono rendere la dieta del cane salutare.

I benefici principali dall’utilizzo equilibrato di questa proteina consente quindi di avere un buon apporto di Omega-3 e Omega-6, grassi polinsaturi che aiutano a prevenire disturbi cardiocircolatori.
Nel pesce è anche contenuto quello che viene chiamato colesterolo buono, chiamato HDL, che contrasta la formazione di colesterolo nel sangue e quindi di problemi cardiovascolari.
Al suo interno troiviamo anche altri elementi molto utili come la vitamina B12, fosforo e selenio utili per l’apparato scheletrico.

QUANTO TONNO PUÒ MANGIARE IL MIO CANE?

É molto importante ricordare che il tonno, per quanto possa risultare gustoso per il nostro amico cane, può non essere salutare se consumato in grandi quantità.
Lo si può quindi integrare nella sua dieta, come piccolo snack, premio o boccone per insaporire il cibo secco.

Al suo interno sono infatti contenuti due ingredienti che possono essere dannosi, se assunti in grande quantità, nella dieta di un cane, il sodio e il mercurio.
Entrambi possono avere effetti negativi sul sistema sanguigno e, più in generale, sul benessere del cane.

Un’altra condizione da rispettare per dare un po’ di tonno in scatola al proprio cane è la conservazione di questo pesce. É sconsigliato fargli mangiare quello conservato sott’olio che potrebbe digerire a fatica o avere problemi di dolori allo stomaco o diarrea.
Allo stesso modo è bene evitare le scatolette che contengano pomodoro, spezie, condimenti di vario tipo che potrebbero creare problemi allo stomaco.
Bisogna inoltre tenersi alla larga da aglio e cipolle. Questi ultimi due in particolare sono veramente molto pericolosi per il cane e potremmo addirittura definirli velenosi.

Quindi sì al tonno, in piccole quantità e preferibilmente conservato al naturale.
Ovviamente in commercio possiamo trovare le scatolette appositamente create per gli amici animali. In questo caso riduciamo notevolmente il rischio di introdurre nella loro dieta alimenti potenzialmente nocivi.

ALTRE IDEE PER NUTRIRE IL CANE CON IL TONNO

Se il tuo cane è ghiotto di pesce e in particolare di tonno, ci sono numerose ricette con cui puoi deliziarlo e viziarlo.

Si possono preparare dei gustosi biscotti, ad esempio. Dopo aver accuratamente scolato il tonno, lo si frulla con un po’ di acqua e lo si unisce a un po’ di farina. Se il cane lo gradisce, si può aggiungere dell’uovo e un pochino di olio di semi. Dopo aver steso l’impasto e averlo coppato nella forma desiderata, si mette in forno a 180 gradi per una ventina di minuti.

C’è anche un’altra ricetta con cui preparare snack o premi con il tonno, che non prevede l’utilizzo del frigo.
Si prepara un trito di sedano e carota e a questo si aggiunge il tonno (preferibilmente al naturale), dopo averlo ben scolato. A questo punto si incorpora un po’ di ricotta e del succo di limone e si forma un impasto a forma cilindrica, avvolto nella pellicola.
Lo si tiene in frigo e, all’occorrenza, lo si può tagliare a rondelle.

Entrambi questi preparati possono essere utilizzati come premi durante l’addestramento o essere aggiunti alle crocchette per insaporirle.