I cani possono mangiare i limoni?

I cani possono mangiare i limoni?

I limoni sono agrumi ricchi di proprietà benefiche. Tuttavia sono tante le persone che si chiedono se è possibile dare il limone al proprio cane. Le proprietà del limone sono utili per il benessere dell’uomo e lo stesso vale per i cani purché venga dato nelle giuste dosi evitando di esagerare.

I limoni non rientrano dunque nei cibi assolutamente vietati per gli amici a quattro zampe poiché se somministrati con moderazione possono apportare numerose virtù anche alla loro salute. Esistono però alcune controindicazioni ed avvertenze da prendere in considerazione per sapere quando è possibile dare il limone al cane o è preferibile evitare. In qualsiasi circostanza è bene quindi moderarne le quantità ed evitare le esagerazioni per non compromettere la salute del proprio amico peloso.

Dare il limone al cane: quali sono i rischi?

I cani possono mangiare i limoni ma con la dovuta accortezza. Diversi proprietari degli amici a quattro zampe avranno sicuramente provato ad avvicinare il limone al proprio cane per valutarne la reazione e scoprire che gradisce particolarmente l’odore degli agrumi lasciando di stucco il suo amico umano. Anche se il cane sembra gradire particolarmente gli agrumi non bisogna somministrare questi alimenti in enormi quantità in quanto un consumo eccessivo potrebbe causare degli effetti indesiderati. È importante quindi non lasciarsi tentare dalla sua golosità e stare attenti alle dosi degli agrumi, in particolare del limone.

Occorre infatti sottolineare che il limone è un agrume particolarmente acido a base di sostanze note come psoraleni: non si tratta di principi nocivi per la salute ma se vengono consumati in dose esagerate possono provocare problemi digestivi e gastrointestinali nell’animale con conseguenti episodi di vomito e diarrea.

L’alto contenuto di acido citrico presente nei limoni può inoltre causare degli effetti collaterali nel cane come:

  • tremori muscolari;
  • bava frequente;
  • vomito e diarrea;
  • debolezza e spossatezza.

I benefici

Nelle giuste quantità il limone può rivelarsi un perfetto alleato per la salute del cane in quanto si tratta di un agrume ricco di proprietà benefiche e virtù uniche nel suo genere. Basta prendere in considerazione che il succo di limone è un valido repellente per pulci, pertanto vanta una spiccata azione protettiva contro i parassiti 100% naturale. Non a caso sono tantissime le formule antipulci presenti sul mercato che tra gli eccipienti interni contengono anche il succo di limone.

In altri casi si ricorre spesso ad una soluzione antipulci realizzata in modo fai da te a base di succo di limone diluito nell’acqua da spruzzare sul manto del cane.

Il succo di limone è caratterizzato da un elevato contenuto di acido ascorbico, che è utile per evitare l’insorgere di infezioni alle orecchie. Tuttavia, prima di ricorrere all’uso di formule fai da te è sempre bene consultare il proprio veterinario di fiducia che saprà indicare le migliori soluzioni e le giuste dosi per trattare i disturbi del proprio cane.

Il limone è un’ottima fonte di vitamina C e sali minerali che sono utili per favorire un corretto assorbimento dei principi nutritivi degli alimenti. A tal proposito aiuta a metabolizzare al meglio il ferro e il calcio, essenziale per la salute dentale del cane. I cani di grossa taglia come rottweiler e boxer tendono a sviluppare l’acne lungo l’area circostante alla bocca. In questo caso è possibile ricorrere ad una soluzione completamente naturale a base di succo di limone e tè verde da applicare sulla zona colpita.

All’interno del limone si trova anche una sostanza nota come pectina in grado di donare uno spiccato senso di sazietà e placare efficacemente gli attacchi di fame. Per questo motivo si tratta di un ingrediente particolarmente utile per i cani in sovrappeso o per gli esemplari che possono andare incontro all’obesità.

Perfetti alleati per contrastare i sintomi dell’artrite nei cani

Tra i migliori benefici che si possono ottenere somministrando i limoni occorre citare quelli inerenti all’artrite. Anche se si tratta di un ingrediente acido, il limone vanta uno spiccato effetto alcalinizzante e consente di regolare i livelli di pH nell’organismo combattendo gli stati infiammatori e il dolore provocato dall’artrite.

Sono utili per evitare l’insorgere di tumori

Essendo ricco di vitmaina C, il limone si rivela un ottimo ingrediente dalle potenti proprietà antiossidanti che contrasta l’azione dei radicali liberi e l’invecchiamento cellulare. La presenza di sostanze antiossidanti come limonene e glicosidi flavonolici riduce la possibilità di sviluppare tumori.

I cani possono mangiare le bucce?

Esattamente come si raccomanda per determinati frutti ed agrumi, è bene non far mangiare al cane le bucce dei limoni. Si tratta di una parte dell’agrume particolarmente difficile da digerire, a tal proposito è vivamente sconsigliato somministrarla in quanto potrebbe provocare un blocco intestinale.

Indipendentemente dal tipo di frutto che si desidera dare al proprio cane, è sempre importante rimuovere accuratamente la buccia esterna. Lo stesso vale per i limoni i quali devono essere somministrati privi di buccia.

Se vi è il sospetto che il cane abbia mangiato una scorza di limone è bene mantenerlo sotto osservazione nei giorni seguenti per verificare la presenza o meno di eventuali sintomatologie. Se si dovessero notare i disturbi di un blocco intestinale come costipazione o difficoltà ad espellere le feci è importante recarsi immediatamente dal veterinario il quale effettuerà tutti i controlli necessari per stabilire una diagnosi accurata.

Il succo

Esattamente come per le scorze, si sconsiglia. Anche una piccola quantità può rivelarsi del tutto dannosa e compromettere la salute di Fido. All’interno infatti si trova un alto contenuto di acido ascorbico che, anche se assunto in piccole dosi, può provocare problemi intestinali piuttosto gravi nell’animale