I cani possono mangiare il pane?

I cani possono mangiare il pane?

In questo articolo cercheremo di capire se il pane fa bene o fa male ai cani, e cosa succede se il cane mangia pane.

Si può dare il pane al cane?

La risposta è sì, i cani possono mangiare il pane, ma facendo attenzione ad alcuni dettagli.

Generalmente una dieta adatta al cane prevede una prevalenza di proteine, grassi, vitamine e sali minerali. Per quanto riguarda il resto, è consigliabile fare molta attenzione; motivo per cui il pane, essendo un carboidrato, non nasce per far parte degli alimenti adatti ai cani. Nonostante ciò non rientra comunque tra i cibi vietati; è quindi possibile dargli qualche pezzo stando bene attenti a non eccedere nelle quantità.

Pane ai cani, si ma senza esagerare

Il motivo principale per il quale è bene non esagerare, è che una volta avvenuta la digestione, i carboidrati subiranno un mutamento venendo trasformati in zuccheri. A tal proposito, se il tuo amico a quattro zampe abuserà di questa sostanza, avrà un tasso glicemico piuttosto alto, il quale a lungo andare potrebbe causargli il diabete o portarlo a soffrire di obesità; problema che a sua volta genera l’affaticamento di organi quali fegato, reni e cuore e altre ancora favorisce l’insorgere di malattie più gravi.

Nonostante ciò, se si pone la giusta attenzione a non eccedere e a favorire la modalità più adeguata, diverrà per il tuo cane una fonte di energia, così come accade anche per i cereali come ad esempio il riso. Per questo motivo di seguito ti fornirò tutte le informazione sulle tipologie di pane da prediligere per il tuo compagno peloso.

Come dare il pane al cane

Il modo migliore è preferire quello secco in quanto questo, a differenza di quello fresco, non presenta il rischio di continuare a fermentare all’interno del suo stomaco, generando di conseguenza sia mal di pancia che gas intestinali. Un altro consiglio è quello di dargliene sempre a piccole dosi e senza farla divenire un’abitudine.

Utilizzando sporadicamente il pezzettino di pane per favorire la pulizia dei denti al posto dei classici ossi o bastoncini disponibili in commercio, oppure donandoglielo come premio quando compie qualche azione richiesta, risulta sicuramente il compromesso migliore per non privarlo di questo prelibato alimento. Un’altra buona accortezza è quella di prediligere il pane fatto in casa oppure quello presente nei panifici, dal momento che si dimostra di qualità superiore rispetto a quello preconfezionato venduto nella grande distribuzione. Infatti il pane casereccio non possiede coloranti, conservanti o ancora additivi; piuttosto dannosi per l’organismo.

Sempre a proposito di sostanze poco indicate per il cane, devi sapere che anche il sale, lo zucchero, le uova, lo yogurt e il burro costituiscono ingredienti solitamente utilizzati per produrre il pane e risultano pericolosi per il suo benessere; alcuni perché scarsamente tollerati, altri perché potrebbero provocare delle reazioni allergiche. Realizzare il pane da soli, senza acquistare quello di tipo industriale già pronto al consumo, permette quindi di evitare l’inserimento di questi elementi o tutt’al più di adoperarne una dose inferiore e perciò anche meno dannosa per il nostro animale a quattro zampe.

Quali tipi prediligere

Se fossi intenzionato a preparare il pane con le tue mani , sappi che le migliori farine da prediligere sono sicuramente quelle integrali o a base di cereali; molto più leggere e digeribili rispetto a quella composta da grano duro. Via libera dunque a farina d’orzo, avena, riso e lino. Ricorda poi di non aggiungere nessun tipo di lievito se non quello di birra, il quale a differenza degli altri apporta persino dei benefici.

Ulteriormente vietati sono sia il sale che lo zucchero; se perciò decidessi di preparare un pane dolce, favorisci l’utilizzo di una piccola quantità di miele e nel caso in cui invece optassi per uno dal gusto salato, prediligi delle spezie come ad esempio la curcuma o la cannella, le quali rappresentano la soluzione più indicata. Ultimo accorgimento, ma non per importanza, per evitare pericolose reazioni allergiche o problemi nella digestione, non utilizzare ingredienti come latte e uova. Inutile dire di dimenticare l’uso dei conservanti.