I cani possono mangiare le mele?

I cani possono mangiare le mele?

Le mele fanno parte di quegli alimenti ricchi di vitamine A e vitamine C e contribuiscono ad un regolare apporto di fibre per l’organismo non solo delle persone ma anche dei nostri amici animali, come il cane.

Ritornando alla domanda posta nel titolo di questo articolo, la risposta è SI, i cani possono mangiare le mele perché:

  • sono ricche di vitamine A e C;
  • sono indicate per mantenere in salute i denti del cane;
  • le fibre contenute nella buccia, a livello gastrointestinale, aiutano a mantenere l’intestino in equilibrio;
  • contengono antiossidanti, importanti per ridurre le infiammazioni;
  • sono molto apprezzate dai cani, anche cotte al vapore, lesse e al forno, oltre che crude;
  • sono un attimo premio da dare al cane durante l’addestramento, sano e veloce;
  • si prestano per essere contenute anche in altri alimenti, come i biscotti.

Vediamo alcune informazioni specifiche.

Quante ne possono mangiare?

Le mele, pure essendo un alimento sano, non possono essere somministrate al cane senza alcun controllo. Pertanto, benchè rientrino fra i frutti in grado di rilasciare tanti benefici, occorre tenere presente che contengono un elevato tasso di zuccheri e ciò potrebbe danneggiare l’organismo del cane.

I cani, come avviene anche per le persone, a seguito di un elevato consumo di zuccheri possono sviluppare il diabete e, a causa di questa patologia, potrebbero aver bisogno di iniezioni di insulina. Detto ciò, si suggerisce di prestare attenzione alla quantità, quindi, benché sia un alimento sano non bisogna comunque abusarne.

Possono mangiarle sia crude che cotte?

Assolutamente sì. Devi sapere che i nostri amici a quattro zampe amano il cibo quanto i loro padroni e apprezzano le mele sia cotte, sia crude (ovviamente sempre senza torsolo e semi).

I semi, infatti, contengono un elevato contenuto di una sostanza chiamata amigdalina (zucchero, benzaldeide e acido cianidrico), dannosa, potenzialmente tossica, per i cani.

Le ragioni

Come accennato nell’introduzione, le mele contengono vitamine A e C, oltre a carotenoidi e acido folico importanti nutrienti che aiutano a mantenere il manto del cane lucido, sano e forte, mentre le proprietà antiossidanti sono ritenute valide alleate nella prevenzione dell’invecchiamento cerebrale e del cancro.

Ma non solo, le mele contengono anche potassio e minerali (calcio, fosforo e magnesio): i primi sono necessari per una sana attività muscolare, mentre i secondi aiutano a mantenere in salute l’organismo del cane.

La mela è uno dei pochi frutti che viene prodotto in differenti varietà, inoltre, è sempre disponibile nei banchi della frutta dei supermercati, pertanto se al cane vengono fatte assumere regolarmente (senza abusarne) possono procurargli diversi benefici.

In primis, essendo un alimento ricco d’acqua aiuta il cane a rimanere idratato e a mantenere il peso sotto controllo in quanto è priva di grassi.

Alcuni veterinari introducono la mela nell’alimentazione dei cani affetti da problemi renali, poiché risulta che la stessa abbia un effetto depurativo, oltre ad essere un nutrimento che non comporta reazioni allergiche o ipersensibilità.

Ma non è tutto, la mela è indicata anche per mantenere pulita la dentatura del cane, oltre ad essere definiti un valido antinfiammatorio naturale in grado di agire sulla mucosa gastrica irritata.

In caso di problemi intestinali

In caso di diarrea è possibile somministrargli una mela cotta al forno, al vapore o lessa, privata del torsolo e dei semi.

Non occorre eliminare la buccia poiché è nella stessa che sono presenti in quantità maggiore le vitamine, la pectina e le fibre, queste ultime importanti per riequilibrare la regolarità intestinale e risolvere problematiche come infiammazioni intestinali, gastrite e colite.

Le fibre contenute nella buccia, inoltre, assorbono i succhi gastrici ed eliminano le tossine presenti nell’organismo dell’animale.

Mentre, nei casi di stitichezza, si consiglia di somministrare al cane uno spicchio di mela cruda.

Effetti collaterali

Come detto, la mela, pur essendo un cibo sano, deve essere somministrata al cane con moderazione.

Se il tuo cane non ha mai assunto questo alimento, ti consigliamo di provare ad offrirgliele a piccole quantità, in tal modo potrai verificare se lo stesso è ben tollerato nella sua dieta.

Inoltre, poiché i cani sono ingordi e tendono ad inghiottire il cibo intero, quasi senza masticarlo, ti consigliamo di dargli la mela a piccoli pezzi, così da evitare che la stessa possa rimanergli bloccata in gola.

Per evitare spiacevoli effetti collaterali, ti ricordiamo di privarla del torsolo e dei semi.

I semi contengono amigdalina, cioè cianuro. Se il cane dovesse ingerire un quantitativo elevato di semi potrebbe rimanere intossicato.

Infine, un ulteriore effetto collaterale potrebbe essere quello dato dagli zuccheri in esso contenuti, i quali potrebbero causare, nel cane, il diabete.