Cose da fare in barca a vela. Andare in Sup

Cose da fare in barca a vela. Andare in Sup

Tra gli sport acquatici in mare con tavola, il sup è quello più facile. Facile ma non semplice. Inoltre, la tavola Sup sta diventando un accessorio molto diffuso sulle barche a vela. E dal momento che è molto probabile che anche tu voglia programmare una crociera in barca a vela e che in questo caso il tempo disponibile per imparare è molto breve, ti anticipo alcune delle cose che ti dirà il tuo skipper quando sarete in barca, a veleggiare per le isole del Mediterraneo

Cos’è un Sup. Larte dello stand up paddle ovvero remare stando in piedi

Il primo errore da evitare è guardare la tavola gonfiabile e pensare che stare in piedi sia facile. Non lo è. Semmai la cosa facile è immaginare cosa fare in barca a vela con la tavola Sup:

  • raggiungere facilmente la riva quando sei in rada;
  • non perderti il fascino di visitare una caletta dal mare;
  • visitare l’interno di una grotta scavata dal mare in una parete rocciosa, irraggiungibile dalla terraferma;
  • passeggiare sull’acqua e godersi la brezza marina al tramonto;
  • fare un po’ di movimento senza troppe impegni.
  • varie ed eventuali.

Ecco come remare stando in piedi sulla tavola gonfiabile

Il primo approccio è quello più importante. La tavola deve essere gonfiata al punto giusto. La pompa in dotazione ti da delle indicazioni precise. Ma se sei in barca a vela la trovi già pronta all’uso. Le indicazioni che ti sto dando sono quelle specifiche per chi è in barca al largo. Non avrai, quindi, punti di appoggio ma dovrai salire sulla tavola stando in immerso in acqua. Non è difficile se segui la guida.

  • il mare dev’essere calmo, almeno la prima volta il moto ondoso dev’essere quasi assente;
  • è meglio farlo nelle ore del tardo pomeriggio o al mattino;
  • dotati di una cima per tenere la tavola;
  • cala la tavola in acqua con l’aiuto dello skipper;
  • entra in acqua anche tu (si suppone che tu sappia nuotare);
  • fatti passare la pagaia;
  • poggia la pagaia longitudinalmente sulla tavola;
  • sali di pancia sulla tavola lateralmente, tenendo ferma la pagaia sulla tavola;
  • girati disteso longitudinalmente alla tavola, sopra la pagaia.

Posizione sulla tavola e posizione dei piedi

Per mantenere l’equilibrio è molto importante la tua posizione sulla tavola Sup. Già in questa fase devi programmare di stare in piedi esattamente al centro della tavola, con un piede leggermente più in avanti dell’altro, ma perfettamente allineati parallelamente alla tavola ed equidistanti dai bordi e tra di loro. Questa è la posizione corretta per mantenere l’equilibrio.

Ruolo della pagaia nello stand up paddle

La pagaia serve per remare ma è anche fondamentale per mantenere l’equilibrio durante la salita in piedi sulla tavola e poi nella navigazione. Infatti, immersa in acqua durante la salita in piedi sulla tavola, e anche in navigazione, serve a dare un leggero punto di appoggio che aiuta a mantenere l’equilibrio.

Posizione delle braccia durante la navigazione

Fondamentale la posizione delle braccia che devono tenere la pagaia in modo obliquo, davanti al tronco ad una distanza tra loro di circa 60 cm. Il movimento per remare dev’essere accompagnato da una leggera torsione del tronco che accompagna la pagaia, da una parte e dall’altra, durante la remata. Le braccia devono stare tese ma leggermente piegate ai gomiti a formare un triangolo durante il movimento che accompagna la remata. Quando sei in piedi sulla tavola, devi assolutamente guardare avanti a te l’orizzonte. Questo ti aiuta moltissimo a mantenere l’equilibrio. Tutto il resto, posizione delle gambe, dei piedi, delle mani e delle braccia devi controllarlo a mente, senza guardare, proprio come si fa con la bicicletta. Ok, non dimenticare queste preziose indicazioni e andiamo avanti.

  • siediti in ginocchio sulla tavola;
  • sfila la pagaia da sotto le ginocchia.

Bene, a questo punto dovresti essere seduto in ginocchio sulla tavola e avere la pagaia in mano

Step 2

  • fai un bel respiro e concentrati un attimo;
  • tieni la pagaia con entrambi le mani e prova ad alzare il primo ginocchio per metterti in piedi;
  • non fare movimenti bruschi;
  • guarda avanti;
  • il movimento che ti accompagna nell’alzarti devi coordinarlo con quello delle braccia che tengono la pagaia. La pagaia devi immergerla in acqua, in modo da farti da sostegno mentre ti alzi in piedi;
  • alzati in piedi allungando anche l’altra gamba.

Step 3

È molto probabile che tu, a questo punto, sia già caduto in acqua. Non scoraggiarti. Come detto, è come andare in bicicletta e se ti ricordi la sensazione beh, è la stessa. Continuo con la guida.

  • Adesso sei in piedi sulla tavola:
  • Le ginocchia sono piegate leggermente;
  • Sono piegati leggermente anche i gomiti delle braccia che tengono la pagaia davanti al tronco, che dev’essere in posizione obliqua, immersa in acqua;
  • I piedi sono al centro della tavola, equidistanti tra loro e dai bordi;
  • Sguardo in avanti a guardare l’orizzonte

Sei ancora fermo? No, stai già remando verso il tuo approdo. Devi solo accompagnare con i piedi lo sciabordio dell’acqua del mare sotto la tavola e goderti la brezza mentre stai conquistando la caletta davanti a te.