I cani possono mangiare le ossa?

I cani possono mangiare le ossa?

Parliamo dell’alimento che più di tutti il nostro cane ama rosicchiare, ossia le ossa, ma quando parliamo di regime alimentare, possiamo inserire le ossa nella sua dieta?

Certamente le ossa hanno un ruolo fondamentale per la dentatura dell’animale, infatti anche in altri articoli abbiamo visto come la masticazione lo consenta a mantenerla sempre in buona salute, inoltre questa attività aiuta la pulizia dei denti, ma non tutte le ossa si comportano allo stesso modo, vediamo quindi quali possiamo somministrare tranquillamente e quali sarebbe meglio evitare.

I BENEFICI DELLE OSSA SULLA SALUTE DEL CANE

In generale la risposta è sì, possiamo dare le ossa al cane ma come per ogni altro alimento, bisogna rispettare alcune regole. Le ossa giocano un ruolo fondamentale per l’alimentazione del nostro amico a quattro zampe perché non solo rendono forti e robusti i denti ma li integrano con nutrienti essenziali come il calcio, di cui sono naturalmente ricche.

Oltre ad esso, contengono moltissimi sali minerali per rendere la struttura dei denti robusta e sana a partire dall’interno, donandogli anche un bell’aspetto all’infuori, parliamo in particolare di: fosfato di calcio, fosfato di magnesio, fluoruro di magnesio, ossido di ferro.

L’assorbimento di questi elementi favorisce una buona salute generale del cane e in questo caso della sua dentatura, ma non dimenticare che le ossa contengono il midollo osseo, ricco di grassi, dunque è molto importante valutare la quantità che diamo al cane per avere una dieta bilanciata.

QUALI OSSA POSSO DARE AL MIO CANE?

In effetti, anche se le ossa possono essere considerate parte integrante della dieta del cane, siamo abituati a considerarle più come un gioco che lui ama rosicchiare.

In parte è vero perché per la loro naturale struttura si prestano bene a tale ruolo, ma dato che abbiamo compreso che invece apportano benefici importanti alla sua salute, occorre sapere quali possiamo dargli in tranquillità, valutando anche le altre fonti di calcio e grassi presenti nel suo regime alimentare per non eccedere troppo con le dosi.

Come affermato dagli esperti, le ossa devono essere crude per conservare il massimo dei valori nutrizionali, collagene e tessuto connettivo, che invece perderebbero in cottura, inoltre si consiglia di dare al cane ossa molto polpose, che siano quindi ricoperte di carne.

Rientrano in questa tipologia: le ossa di pollo, zampe di gallina, agnello, coniglio, quaglia, coda di manzo, costolette, schiene e dorsi. Anche il tacchino può essere dato al tuo Fido ma attenzione, solo il collo è adatto poiché non ha la tipica struttura a nido d’ape delle ossa che risulta dannosa per il cane perché può scheggiarsi facilmente.

QUALI OSSA NON DARE AL CANE

Vediamo ora quasi ossa invece bisogna evitare, partendo in primis da quelle del maiale perché possibili portatrici di malattie trasmissibili attraverso la muscolatura cruda, come il Morbo di Aujeszky, simile alla rabbia.

Oltre a quelle del maiale, si consiglia di evitare anche quelle del cinghiale per la stessa motivazione e ovviamente anche in questo caso non possiamo somministrarle cotte, regola che vale per qualsiasi tipologia di ossa, infatti da evitare sono anche le ossa di bistecca.

Come abbiamo già detto, le ossa di tacchino non sono adatte alla masticazione del cane perché possono scheggiarsi anche a crudo e provocare danni. Un altro suggerimento è quello di non dare ossa nude ma sempre con una buona quantità di carne attaccata, ad esempio molto spesso le ossa di prosciutto vengono vendute appositamente per i cani ma in realtà sono nude e troppo salate per loro, quindi da evitare.

Allo stesso modo, non bisogna somministrare ossa portanti come le ginocchia, sia perché anche esse sono prive di carne, sia perché sono molto dure e risultano pericolose soprattutto per i cani di piccola taglia che hanno i denti abbastanza delicati. Da eliminare dalla dieta del cane infine, lo stinco di maiale, l’osso di abbacchio poiché è cotto e l’ossobuco perché ha una forma pericolosa che si incastra facilmente in bocca o peggio ancora in gola provocando il soffocamento.

QUANTE OSSA POSSO DARE AL MIO CANE?

Anche questo paragrafo è da seguire con particolare attenzione perché come abbiamo detto, la composizione delle ossa le rende un alimento molto ricco dal punto di vista nutrizionale ma se si eccede non ci saranno molti benefici per il cane, soprattutto se già nella sua dieta sono presenti altri elementi altrettanto ricchi.

Per quanto riguarda il dosaggio dunque, non deve essere approssimativo ma valutato dal veterinario in base alle caratteristiche del cane. Tale specialista è in grado di valutare anche le quantità di un altro elemento essenziale, il fosforo, per studiare il giusto rapporto di calcio da inserire nell’alimentazione, infatti devi sapere che quello giusto è 1:1.

Dal momento che il fosforo proviene principalmente dalla carne, l’alimento più importante per l’animale, il veterinario o il nutrizionista bilancerà la dieta in modo corretto indicandoti le giuste dosi di ossa. Come regola generale, non vanno date tutti i giorni ma questo non avviene nemmeno in natura, infatti la loro digestione è molto lunga, in ogni caso se seguite una dieta Barf e quindi somministrate carcasse intere, è opportuno seguire un giorno a settimana di digiuno.

COME DARE LE OSSA AL CANE

Innanzitutto devi sapere che non si devono inserire nella dieta del cane le ossa qualora sia abituato a mangiare del cibo commerciale, questo perché tali alimenti sono già naturalmente ricchi di tutti i nutrienti necessari e quindi si andrebbe ad eccedere con le dosi di calcio e quant’altro, inoltre questi cani hanno nello stomaco un succo gastrico con un ph che non è abbastanza acido per degradarle.

Se comunque intendi aiutarlo nella pulizia dei denti e mantenerli in salute tramite la masticazione, puoi somministrare le ossa, ma lontano dai pasti e non più di una volta a settimana.

Se invece vuoi inserirle nella sua dieta devi obbligatoriamente consultare un veterinario perché la bilanci correttamente. In generale, ricorda che il cane deve masticare le ossa in un luogo tranquillo in cui non ci siano altri animali che tentano di rubarglielo, nè devi provare a toglierlo.