I cani possono mangiare il formaggio?

I cani possono mangiare il formaggio?

Riservare al proprio cane una sana alimentazione significa prendersi cura di lui nei breve e lungo termine, ponendo attenzione al suo benessere psicofisico e alla linea.

Gli animali domestici che vengono correttamente gestiti da questo punto di vista solitamente presentano una vita decisamente più lunga e possono arrivare ad affrontare la vecchiaia in ottime condizioni.

Per questo motivo è sempre opportuno domandarsi se il nostro cane può mangiare gli alimenti che gli umani normalmente portano in tavola o se questi in qualche modo potrebbero risultare nocivi per la sua salute.

Si rimani infatti talvolta stupiti circa la nocività di qualche cibo nello specifico, che mai ci saremmo immaginati avrebbe potuto avere effetti collaterali così gravi su numerosi apparati.

È il caso ad esempio del pomodoro, all’apparenza così innocuo ma in realtà pericoloso dal punto di vista gastrointestinale.

In questo articolo analizzeremo nel dettaglio la questione del formaggio, una tipologia particolarmente dibattuta tra i migliori esperti del settore, tra quelli che la considerano benefica nella giusta quantità e coloro invece che consigliano di eliminarla del tutto dalla routine quotidiana del vostro amico.

I cani possono mangiare il formaggio?

La risposta sembrerebbe essere si, ma solo a determinate condizioni.

In primo luogo sarebbe molto importante stabilire se il vostro cane soffre di una qualche forma di intolleranza al lattosio, molto più frequente di quanto si pensi in numerosi esemplari.

Questo è possibile appurarlo esclusivamente attraverso il veterinario, che è solito effettuare il test quando riscontra nel lungo termine una situazione di stomaco delicato e attività intestinale non consona prolungata nel tempo.

I sintomi di una condizione di questo genere potrebbero essere vomito e diarrea, quindi è bene escludere che il responsabile sia il formaggio.

Partiamo pertanto dal presupposto che non per tutti gli animali hanno la stessa reazione quindi sta al padrone sapersi regolare in termini di quantità.
In linea di massima di tratta di un elemento salutare per l’intero organismo, fonte di calcio utile alla struttura delle ossa, soprattutto nei cani più giovani.

Come scegliere il formaggio adatto al proprio cane?

Molto spesso i cani tendono a presentare una fame continua e insaziabile, richiedendo continuamente il cibo con modo piuttosto eloquenti.
Per questo motivo si tende spesso a spezzare il tempo tra un pasto e l’altro con degli snack commerciali, come i classici biscotti, senza guardare quelle che sono le proprietà nutritive e le componenti presenti.

Utilizzare il formaggio a tale scopo potrebbe essere una valida alternativa, poiché un pezzetto dato al momento giusto soddisfa il vostro amico a quattro zampe ma allo stesso tempo non lo appesantisce eccessivamente.

È davvero essenziale non esagerare in questo caso con le quantità, poiché parliamo comunque di un alimento ricco di grassi che a lungo andare possono incidere in maniera significativa sulla linea.

Se il vostro animale svolge una vita sedentaria, ha subito un’operazione di sterilizzazione o semplicemente è più avanti con l’età, potrebbe soffrire di problemi di sovrappeso.

In tal caso sarebbe consigliabile scegliere una variante del tutto magra, come ad esempio la ricotta, che non grava sulla figura, risulta morbida per i denti e viene ben tollerata anche dall’intestino più delicato.

Se invece il cane mangia ma si muove molto ed è solito non prendere peso, un modo per ovviare al problema è quello di scegliere una variante ricca di acidi grassi essenziali, ma allo stesso tempo pure di proteine, vitamine A e B e calcio.

È il caso del Grana Padano, del parmigiano in generale e del Leonessa, dei quali è anche possibile sgranocchiare la crosta per passare del tempo in maniera divertente.

Solitamente queste si tendono a dare agli esemplari in giovane età, che posseggono denti forti e un’inesauribile voglia di mordicchiare tutto ciò che hanno a tiro.

Quando dare il formaggio al cane

Utilizzare il formaggio potrebbe rivelarsi un utile espediente nel caso in cui stiate cercando di insegnare un’attività al cane o educarlo dal punto di vista della disciplina.

Vi servirà in tal caso un premio da fornire per il comportamento corretto, che potrebbe essere appunto un pezzo di parmigiano intero di piccole dimensioni.
Il suggerimento è infatti quello di frazionare il regalo, in modo da renderlo felice più di una volta e dargli la sensazione di ricevere un maggior numero di riconoscimenti nella stessa giornata.

Lo stesso discorso vale se ci troviamo in presenza di un animale famelico, che cerca continuamente del cibo tra un pasto e l’altro e non riesce a placare il suo senso di inquietudine. Sostituire i classici prodotti commerciali con un formaggio fresco potrebbe aiutare a mantenere la salute del vostro cane nel breve e lungo termine, andando a fornirgli un alimento sano ricco di elementi utili al suo benessere.

Se desiderate poi offrire una cena più sostanziosa del solito, una valida idea è quella di grattugiare il parmigiano all’interno della classica pappa, oppure di aggiungere della ricotta per rendere cremoso l’insieme.

Molti cani, infatti, mostrano di apprezzare una variazione nella classica routine alimentare, mangiando più volentieri varianti diverse periodicamente.
Questo non vuol dire dovergli fare un menù completo, ma ogni tanto regalargli un cambiamento gustoso che possa soddisfarli dal punto di vista fisico e psicologico.

In tal senso il formaggio è un aiuto , poiché si presta ad essere inserito in varie forme creando un effetto sempre diverso.
Il suggerimento è quello di iniziare con una piccola quantità per vedere esattamente come reagisce l’animale a livello intestinale, per poi aumentare le dosi nel caso l’esperimento si mostri positivo.

In ogni modo si tratta di una soluzione che può essere praticata non ogni giorno, per evitare che i grassi presenti possano appesantire la linea e provocare degli effetti collaterali secondari, magari riscontrabili non immediatamente ma nel lungo termine.

Abbiate sempre cura dell’alimentazione del vostro cane e informatevi accuratamente attraverso il veterinario riguardo ai cibi non specifici che è possibile o meno dare e soprattutto con quale frequenza.

Formaggio cattivo per cani

Secondo alcuni studi, i formaggi grassi e ricchi di sale contengono spesso erbe o alimenti dannosi per i cani come l’aglio e possono causare disturbi intestinali. In linea con i consigli di medici veterinari, ci sono diversi tipi da cui dovresti stare alla larga, principalmente per evitare un aumento di peso eccessivo e disturbi gastrointestinali.
Ecco quali sono i formaggi da evitare.

  • Formaggio blu, Roquefort e altri formaggi francesi: si consiglia ai proprietari di cani di evitare sempre questi formaggi non solo a causa del loro alto contenuto di grassi, ma anche perché quando il formaggio cambia colore dal tipico bianco ed inizia a diventare stagionato e maturo, può produrre roquefortine , una tossina potenzialmente letale per i cani da consumare. Inoltre, questi formaggi tendono ad essere tra i più ricchi di sodio.
  • Formaggio con erbe, aglio o altri aromi: molti tipi di formaggio, come anche la crema di formaggio, contengono erbe o aglio per migliorarne il sapore. Tienili fuori dalla portata del tuo cane poiché alcuni dei loro additivi possono essere pericolosi: l’aglio e le cipolle sono entrambi tossici per i cani.
  • Brie, formaggio di capra e feta: è meglio evitarli, anche se per noi hanno un sapore delizioso.
    Contengono anche alcuni dei più alti livelli di grassi saturi di qualsiasi formaggio. Una quantità eccessiva di grassi nella dieta di un cane può portare a pancreatite, una condizione grave e spesso pericolosa per la vita nei cani.