Consigli e idee per rendere il tuo terrazzo unico

Consigli e idee per rendere il tuo terrazzo unico

C’è chi ha la fortuna di godere di terrazzi molto ampi, da suddividere in zone.

C’è invece chi vuole massimizzare la resa di un piccolo terrazzino.

Indipendentemente dalle dimensioni, vediamo alcune idee a cui ispirarsi…

 Gli “imperativi” per rendere bello il terrazzo

Quando si pensa all’arredo di un terrazzo è fondamentale creare una continuità tra l’ambiente interno e quello esterno.

Un’armonia generale di colori e materiali.

Pur senza duplicare le funzioni.

Anzi, laddove le dimensioni lo consentano, sarebbe opportuna una suddivisione in base alle destinazioni d’uso: una zona dedicata al relax, una alla conversazione, una alla preparazione e consumazione dei pasti, una alla piscina/solarium, etc.

Ognuna di queste aree, oltre che con arredi ad hoc, verrà “individuata” anche da un’illuminazione appropriata.

Le fonti di luce, funzionali a quella zona, non devono comunque essere troppo forti.

Il consiglio è una combinazione di illuminazione principale (applique o lampade da giardino) e una mirata, soffusa, da realizzare con faretti da incasso a pavimento, per creare un’atmosfera più rilassata.

Luce da studiare, insomma, come pure l’ombra.

Molto interessanti a tal proposito le pergole bioclimatiche.

Versatili e orientabili, possono essere aperte o chiuse a seconda delle condizioni climatiche.

Si raccomanda comunque di accertarsi che per la realizzazione nella propria zona abitativa non servano particolari permessi.

È chiaro però che molto di tutto questo dipende dal budget a disposizione, dal momento che gli arredi esterni, ed una eventuale ristrutturazione del terrazzo, possono incidere molto sul costo finale.

Tuttavia, è assolutamente sconsigliato adoperare arredi indoor, che non presentano le medesime caratteristiche di durevolezza in condizioni esterne di sole o pioggia rispetto a quelli progettati e realizzati all’uopo.

Così come non è opportuno utilizzare il terrazzo a mo’ di deposito, con mobili sistemati alla meno peggio.

Anche nel momento in cui non ci si potessero permettere grossi investimenti, sarà importante mantenere un aspetto simmetrico o quantomeno organizzato, linee pulite e minimali, conferendo così armonia all’insieme.

 Arredare un terrazzo grande

L’ampiezza aumenta le opzioni in termine di stile, ma rischia di accrescere notevolmente il budget!

Prima di iniziare a scegliere gli arredi, è necessario valutare l’orientamento del terrazzo per capire come arriva la luce del sole nelle diverse ore della giornata.

E in base a questo valutare se inserire una tenda, più ombrelloni, oppure una copertura pergolata -va da sé che, soprattutto se il terrazzo è orientato a sud, si dovrebbero prevedere importanti sistemi di protezione.

Si passa poi alla predisposizione delle prese elettriche e dei rubinetti per l’acqua.

A questo punto si potrà provvedere ad arredi e complementi.

Che dipenderanno, come detto, dalla destinazione (o destinazioni) di questo spazio -cene intime, pranzi in famiglia, relax o feste con gli amici.

Anche la scelta del verde andrà armonizzata.

Stile zen con ciottoli bianchi per una casa che strizza l’occhio alle atmosfere orientali.

Una giungla lussureggiante con grandi piante frondose e molto vistose in dimore dallo stile moderno.

Per una casa dall’impronta mediterranea vasi di terracotta con fiori colorati, lavanda profumata e piante aromatiche.

Ulivi in vaso o piante sempreverdi per le abitazioni di quelli che trovano la manutenzione periodica molto noiosa!!!

Per quanto riguarda gli arredi non può mancare un comodo divano o chaise longue dove potersi rilassare.

In aggiunta, un tavolo allungabile e alcune sedie pieghevoli, da posizionarsi ovviamente nelle zone d’ombra.

Come arredare un terrazzo piccolo

Se l’ambiente esterno ha dimensioni ridotte è possibile comunque creare un angolino di design:

  • aggiungendo un tavolino e una sedia: meglio sceglierne uno che si ripiega facilmente in modo da poterlo riporre all’interno, se necessario
  • adoperando il verde: fioriere di piante lussureggianti e alcune erbe aromatiche vestiranno di allegria e colori il balcone (se non c’è proprio spazio è possibile propendere per delle fioriere sospese, appese al muro o alla ringhiera)
  • usando materiali caldi: il legno e i tessuti permettono di conferire un tocco “di casa”; un lettino da esterno o una poltrona contribuiscono a creare un rifugio riposante.

 Arredare un terrazzo in una casa al mare

Il terrazzo di una casa al mare non può assolutamente non essere valorizzato.

Adatte allo scopo sdraio e chaise longue.

Come pure un tavolino e un paio di sedie.

In caso di spazio limitato si potrebbe prevedere una panca in muratura, perimetrale.

Attenzione però alla manutenzione (la salsedine è micidile!).

Infine, per gli appassionati di grigliate estive -location permettendo- immancabile il barbecue o la cucina esterna (che rivestita in gres risulterà resistente e a bassa manutenzione).

Indipendentemente dalla destinazione d’uso e dallo stile, gli arredi, rigorosamente da esterno, come pure i tessili, dovranno essere di qualità, realizzati con materiali resistenti ai raggi solari, al cloro e all’acqua salmastra.