Come fare il calcolo dei BTU per climatizzare una stanza

Come fare il calcolo dei BTU per climatizzare una stanza

Interessarti su come fare il calcolo dei BTU per climatizzare una stanza è utile sia per una propria conoscenza, che per farsi trovare preparati davanti ad un tecnico, che possibilmente è nel suo interesse vendere un’aria condizionata più potente.

Nel momento in cui si necessita di raffreddare un appartamento o una determinata stanza, si valuta la potenza di un condizionatore che è espressa nel suo valore tecnico BTU. Avrete sentito parlare di condizionatori da 12.000 BTU, 16.000 BTU e via dicendo.

Più un condizionatore ha maggior potenza, più alto sarà il suo costo (oltre alla capacità di poter raffreddare velocemente o ampi spazi). Vedremo in questa guida, come eseguire il calcolo che ci darà un’idea approssimativa di quanta potenza è necessaria per climatizzare una stanza.

Climatizzare una stanza di casa o ufficio: quanta potenza ci vorrebbe?

Per avere un’idea se il tecnico o il venditore ci prenderà in giro, dovete sapere che la formula matematica per fare in modo (approssimativamente), di quanta potenza necessiti un condizionatore per raffreddare una stanza (indipendentemente che sia di ufficio o di una casa), ecco quale calcolo fare:

Moltiplicare il volume (da considerare in metri cubi) da dover raffreddare per il coefficiente 85.

Ipotizziamo che si debba raffreddare una zona soggiorno dall’ampiezza pari a 45 metri quadri e alta 2,70 metri.

  • Volume = 45 x 2,70 = 121,5.
  • 121,5 x 85 = 10.327,5.

Il modello di condizionatore più vicino all’esigenza di raffreddare questa determinata stanza è quello da 12.000 BTU (di potenza).

In linea generale è giusto sapere che per una casa di 45 o 50 metri quadrati, un condizionatore da 12.000 BTU potrebbe essere più che sufficiente. Per un appartamento grande 120 metri quadrati invece, ne occorrerebbe uno da 32.000 BTU.

Un fattore da valutare attentamente sono le disposizioni delle singole stanze. Prevalentemente è sempre più adeguato acquistare un condizionatore multi split, costituito infatti da una unità esterna e molteplici split.

Le valutazioni tecniche in verità non terminano qui, poiché ci sarebbero diversi altri fattori che potrebbero influire sulla potenza necessaria di un condizionatore per raffreddare una determinata stanza.

Volumi a parte, ecco cos’altro potrebbe influire durante la scelta e il calcolo:

  • Come si espone la casa o la stanza rispetto al sole?
  • Qualità e tipologia di infissi;
  • Ci sono tante superfici vetrate?
  • Qual è il livello di isolamento termico del palazzo in cui si abita?
  • Le stanze sono formate da open space e vani scala tanto aperti?
  • Quanti componenti familiari staranno in quella singola stanza o casa da climatizzatore?
  • Massimo carico elettrico sostenibile per poter accendere più elettrodomestici nello stesso momento.

La formula matematica spiegata inizialmente, è senza ombra di dubbio utile per comprendere approssimativamente quanti BTU servono per climatizzare una stanza, ma suggeriamo di fare con il tecnico tutte le valutazioni del caso (è sufficiente segnarsi le domande da fare nell’elenco).

Mai sostituirsi ad un tecnico o venditore specializzato, tale guida deve servire puramente a scopo informativo e per cultura personale.