Animali con la lettera P

Animali con la lettera P

Qui di seguito sono elencati gli animali che iniziano con la lettera P, ma non è tutto, andiamo anche a scoprire qualche informazione in più su di loro.

Elenco degli animali con la P

  • Pangolino
  • Pappataci
  • Pavoncella
  • Pellicano
  • Pipistrello
  • Poiana
  • Pulce
  • Puzzola
  • Panda gigante
  • Paguro

Conosciamoli meglio

Pangolino

Detto anche formichiere squamoso, è un mammifero il cui nome significa letteralmente “colui che rotola”, sta infatti a indicare la sua abitudine di arrotolarsi su se stesso. Particolarmente diffuso in Asia Meridionale e Africa subsahariana predilige habitat caldi e umidi. Il Pangolino assomiglia fisicamente al formichiere, la differenza sta nella presenza di squame che ricoprono il suo corpo, le quali formano una corazza solida; queste scaglie sono costituite da cheratina risultano infatti robuste e appuntite, l’animale le utilizza, sopratutto quelle della coda, come armi di difesa nelle situazioni di pericolo.

Pappataci

Piccolo insetto dotato di ali e ricoperto di peluria, principalmente conosciuto per le sue punture, sopratutto quando si parla di cani, in quanto può causare loro la Leishmaniosi; anche nell’uomo può creare disturbi quali la cosiddetta febbre da pappataci. Chiamato anche flebotomo è diffuso principalmente nelle zone mediterranee; il Pappataci è un insetto notturno, durante il giorno tende infatti a cercare riparo in cavità del terreno o tane di altri animali.

Pavoncella

Uccello di medie dimensioni diffuso principalmente nell’emisfero settentrionale, in particolare è molto comune nei Paesi Bassi. Dal piumaggio nero con qualche riflesso bronzeo la Pavoncella presenta un portamento piuttosto elegante; il suo tratto distintivo è il lungo ciuffo che possiede in testa. In genere nidifica in un buco a terra e si ciba di piccoli insetti, ragni e qualche seme.

Pellicano

Dal caratteristico becco è un uccello acquatico di grandi dimensioni; diffuso un po’ ovunque preferisce laghi e mari interni. Il Pellicano presenta una livrea bianca con ali color nero, il suo particolare becco possiede una sacca golare in cui può raccogliere i pesci catturati. Animale piuttosto gregario vive in gruppi molto numerosi; una curiosità su questo esemplare è sicuramente la sua danza di corteggiamento.

Pipistrello

Mammifero molto numeroso chiamato anche Chirottero, conosciuto sopratutto per la sua abitudine di dormire a testa in giù. Animale notturno esce infatti durante la notte per procurarsi il cibo; nelle ore diurne si nasconde dalla luce dove meglio riesce, in genere si trova in grotte o muri di case in disuso. Il suo corpo è ricoperto di peli fitti e soffici di colore scuro, la bocca è piena di denti affilati e le sue orecchie risultano abbastanza piccole. Il Pipistrello è diffuso veramente ovunque, escludendo solamente le regioni polari; preferisce zone boschive e praterie.

Poiana

Rapace diurno dalle dimensioni alari di 125/145 cm è diffuso principalmente in Europa e nei territori asiatici. La Poiana presenta colore bruno scuro con sfumature bianche, le sue ali risultano ampie e leggermente arrotondate; i suoi strumenti di caccia sono il becco e le zampe molto forti. Il suo volo è silenzioso durante il quale effettua ampi cerchi in attesa di trovare una preda; una volta individuata si lancia di scatto per catturarla con i suoi artigli. In genere si ciba di roditori, serpenti, insetti e piccoli uccelli.

Pulce

Piccolo insetto parassita privo di ali, composto da uno esoscheletro piuttosto compatto e robusto di colore marrone scuro; presenta una forma allungata e schiacciata ai lati e piccole zampe posteriori che utilizza per saltare. La pulce, trasportata da animali domestici, può infestare casa rappresentando un rischio per la salute, è infatti portatrice di batteri o virus.

Puzzola

Mammifero carnivoro conosciuto sopratutto per la sua capacità di emettere una sostanza maleodorante durante situazioni di pericolo; la Puzzola è diffusa principalmente nel continente europeo dove predilige aree umide, meglio se in prossimità di corsi d’acqua. Di forma cilindrica il suo corpo risulta piuttosto allungato, a differenza delle zampe corte e piene; il suo pelo varia in base alla stagione, è infatti corto durante i mesi estivi e più folto nel periodo invernale.

Animale notturno e particolarmente solitario passa infatti le sue giornate a cercare rifugio per riposare, mentre nella notte con movimenti veloci esce in cerca di cibo, quali piccoli roditori, rane e lucertole.

Panda gigante

Detto anche panda maggiore è un mammifero dalle grandi dimensioni e stazza particolarmente robusta; il suo tratto distintivo è sicuramente la sua duplice combinazione di colori: il bianco e il nero. Animale dalla pelliccia folta, ottimo udito e grandi denti particolarmente forti; invece la sua vista è prettamente sviluppata per la visione notturna. Il Panda è diffuso in Cina, è infatti una specie a rischio di estinzione; la sua alimentazione è basata sul bambù, ma in assenza si ciba anche d’insetti o frutta.

Paguro

Crostaceo con addome molle e due grandi chele, presenta una coda in grado di afferrare con precisione una conchiglia dove in genere vive e si nasconde in caso di pericolo. Durante la crescita, in caso la conchiglia diventasse troppo piccola, ne individua un’altra e la scambia con quella vecchia. Il Paguro comprende tantissime specie diverse, per lo più acquatiche ma ne esistono anche alcune terrestri.