Animali con la lettera J

Animali con la lettera J

Ti interessa sapere quali sono gli animali che iniziano con la lettera J? Scopriamolo insieme in questo articolo!

Elenco degli animali con la J

  • Jicotea
  • Jerbo
  • Jochi pintao
  • Jabiru
  • Jineta
  • Jack Russell Terrier

Conosciamoli meglio

Jicotea

Nota anche come Tartaruga scivolatrice delle Antille Centrali, questo animale è chiamato Jigotea nei Caraibi, dove vive.
Ha un carapace prevalentemente verde-marrone ma la testa ha delle particolari striature gialle lateralmente e una frangia rossa centrale.
Il suo habitat preferito sono le zone paludose e fangose, come laghi, stagni e fiumi non veloci. Nelle stagioni calde, quando l’acqua si asciuga, cercano riparo e frescura scavando buche nel fango, nei boschi o nell’erba alta.
La vita di queste testuggine è a rischio perché alcune popolazioni ne cacciano gli esemplari o le uova per cibarsene.

Jerbo

Questo simpatico roditore, anche se poco conosciuto, è considerato a tutti gli effetti un animale domestico.
Il Jerbo è infatti un piccolo animale che assomiglia a un topo con orecchie molto lunghe, una coda importante e zampe posteriori molto sviluppate.
Grazie a queste riesce a saltare come un canguro! Si sposta infatti prevalentemente saltando e i balzi possono addirittura raggiungere il metro e mezzo, circa dieci volte la sua altezza.
Il suo aspetto, oltre a renderlo carino, è anche funzionale per la sopravvivenza. Le orecchie grandi infatti servono a ricevere i segnali e i suoni degli insetti, anche piuttosto lontani.
È un animale notturno: di giorno si rifugia nelle tane che scava da solo, sottoterra, mentre di notte esce allo scoperto per cacciare. Lo si trova in zone desertiche e sabbiose della Cina, della Mongolia, più precisamente nel deserto del Gobi.

Jochi Pintao

Viene chiamato Jochi Pintao in Bolivia ma altrove è conosciuto anche come paca, lapa e picuro.
Si tratta di un roditore che abita nelle aree tropicali e subtropicali dell’America, specialmente nel Messico centro-orientale e in Argentina del nord.
Questo grazioso animale preferisce gli ambienti silenziosi e prevalentemente di notte. L’habitat in cui è più facile trovarli sono le zone boscose e vicino ai piccoli corsi di acqua e si rifugia nelle tane che scava, anche a 2 metri di profondità.
Quando si sente in pericolo è molto frequente che si tuffi in acqua, essendo un roditore con ottime abilità natatorie.
Si ciba soprattutto di frutta, come avocado, mango e zapote, ma anche di radici, semi e steli.

Jabiru

Il Jabiru mycteria è un grosso uccello che vive in sud America, soprattutto in Argentina, Messico, Brasile e Paraguay ed è noto come Cicogna Jabiru.
Ha una colorazione molto particolare e bella: il colore predominante è il bianco, testa, collo e parte interna delle ali è invece nero ed un particolare collare di un bel rosso acceso. IL becco è molto lungo, con una punta aguzza e leggermente all’insù. L’apertura alare è molto importante e può raggiungere i 2,80 metri.
Il suo habitat sono le zone con specchi di acqua, come fiumi o grandi stagni. Si ciba infatti principalemente di pesce ma anche di molluschi, rettili e piccoli mammiferi.
La particolarità dei Jabiru è il nido: lo costruisce sui rami più alti e lo utilizza per molto tempo. Ogni anno infatti lo arricchiscono e ingrandiscono e può contenere tra le 2 e le 5 uova.

Jineta

Questo animale, nota anche come Ginetta, è un mammifero dal manto soffice e molto bello. Presenta infatti una base beige con macchie nere o marrone scuro, simili a quelle di un leopardo. Per questo motivo e per il corpo snello, con zampe corte e coda lunga, lo si può confondere per un felino. In realtà appartiene alla famiglia dei viverridi.
Si trova in zone molto calde, come l’Africa settentrionale e subsahariana e predilige le aree vicino a corsi di acqua. In Europa, in particolare in Francia, Spagna e Portogallo, è stata introdotta dai Romani.
Conosciuta come carnivoro, la Jineta è in realtà un animale onnivoro: si ciba infatti di piccoli roditori, molluschi, insetti, uccellini e rettili così come di frutta.
La particolarità sta nel comportamento che rende la Ginetta simile a gatti e furetti. Dopo i pasti tende infatti a pulirsi il muso con le zampe anteriori, in casa ama dormire su cuscini morbidi, d’inverno lo si può trovare vicino ai caloriferi e fa anche le fusa!

Jack Russell Terrier

Il Jack Russell è un cane piuttosto piccolo ma è meglio non farsi ingannare dalle apparenze: si tratta di un concentrato di energia.
Originariamente utilizzato come cane da caccia, deve infatti il suo nome al Reverendo Russell, che l’ha creato per la caccia alla volpe e ai tassi.
Oggi è un animale molto più conosciuto come cane da compagnia, anche per le sue doti. È infatti un cane molto intelligente, attivo, socievole, agile e giocherellone.
Questo cane è anche molto bello e la colorazione caratteristica lo rende molto riconoscibie: il fondo bianco, costellato di chiazze marrone chiaro. Esistono invece tre tipi di pelo (raso, broken o ruvido) e può essere più o meno lungo.
È un cane non adatto alle persone sedentarie perché è molto vivace, attivo e alla continua ricerca di stimoli ed attività da fare con la sua famiglia.