Venezia: le migliori cose da fare nella città Serenissima

Venezia

Ritenuta dai più una delle città più belle del mondo, Venezia attira ogni anno milioni di visitatori da ogni angolo della Terra. Molte persone, di fronte ad una città così ricca di patrimoni culturali e di storia, non sanno da che parte iniziare per godere della bellezza immensa che hanno a disposizione. Scopriamo quali sono le cose imperdibili da fare nella splendida città, capoluogo del Veneto.

I musei: custodi dell’arte e del tempo

Non si può andare a Venezia senza ammirare i suoi spettacolari Musei. Tra i più noti ed apprezzati vi sono le Gallerie dell’Accademia, al cui interno vi è la più grande collezione di dipinti veneti, per un periodo che va dal Trecento gotico al Rinascimento. Le Gallerie dell’Accademia a Venezia mantengono opere di autori che ne garantiscono l’immenso prestigio: Bellini, Carpaccio, Giorgione, Veronese, Tintoretto e Tiziano, Tiepolo, Canaletto, Guardi, Bellotto, Longhi, Mantegna, Piero della Francesco, Crivelli, Luca Giordano, Memling. Per gli amanti di Leonardo può essere interessante sapere che nel museo è presente una chicca del da Vinci: l’Uomo Vitruviano.

Chi è appassionato di arte europea ed americana dal 900 in avanti apprezzerà la meravigliosa collezione Peggy Guggenheim; è una delle più prestigiose raccolte italiane. In questa esposizione permanente si trovano opere di valore inestimabile ricondotte a Pollock, de Chirico, Picasso, Kandinsky, Brancusi, Duchamp.

Vedere i ponti più belli ed antichi del mondo

Anche se è praticamente impossibile vederli tutti, essendo ben 354, Venezia offre alcuni tra i più antichi e splendidi ponti del mondo. La città lagunare ama e protegge i suoi ponti che, oltre ad essere simbolo della storia e della tradizione, sono anche essenziali: è infatti indispensabile usare i ponti per collegare le varie aree tra di loro, agevolando gli spostamenti. Nel tempo, i veneziani hanno fatto di necessità virtù: tutte queste “mezze lune” che sormontano i canali rendono ancor più unica la città. Ci sono molti ponti, come già detto, ma quali vale la pena di cercare? Il più famoso, è certamente il “Ponte dei Sospiri”: questo appellativo non ha niente di romantico, ma fa riferimento ai condannati a morte che, quando scortati nelle prigioni, osservavano per l’ultima volta la città. Impossibile andare a Venezia senza osservare il Ponte di Rialto, proprio sopra al Canal Grande. Fu realizzato nell’annoi 1593, in sostituzione al precedente ponte di. Ad oggi, il ponte arcato è una delle architetture più fotografate del mondo. Immancabile è lo scenografico Ponte della Costituzione, di recente costruzione, progettato dall’architetto Calatrava: la sua architettura autoportante e la silhouette slanciata lo rendono una perla moderna in una città storica.

Fare le spese come i veneziani veri

Vicino al cosiddetto “convento delle convertite”, nel centro storico di Venezia, vi è un luogo incredibile: l’orto delle meraviglie. Lì, alcune detenute di un carcere femminile lavorano costantemente un lembo di terra, ricavando dall’orto una serie di prodotti genuini e senza alcuna sostanza chimica nociva al loro interno. Moltissimi veneziani fanno la spesa qui, perché la qualità dei prodotti è rinomata!

Visitare lo Squero di Venezia

Un’imperdibile attività da fare a Venezia è sicuramente la visita allo squero, ovvero il cantiere navale dove son fabbricate le imbarcazioni a remi, soprattutto le gondole, tipiche di Venezia. La gondola è sicuramente la tipologia di imbarcazione a remi più pregiata e famosa di tutta la laguna di Venezia. Se prenotate una visita guidata, generalmente della durata di un’ora, un esperto maestro d’ascia vi accompagnerà alla scoperta di un mondo d’artigianato unico nel suo genere. Osserverete tecniche di produzione uniche al mondo, un sapere tramandato da secoli di generazione in generazione; per concludere, non ci sarà niente di meglio di un giro panoramico in gondola per i canali di Venezia!