I cani possono mangiare le mandorle?

I cani possono mangiare le mandorle?

Accudire un cane è probabilmente una delle azioni più belle che tu possa fare nella vita, però implica anche tante attenzioni, ad esempio: portarlo a spasso quotidianamente e nutrirlo con alimenti che giovino alla sua salute.

Quando si parla della dieta del cane è infatti necessaria molta cautela, vi sono infatti alcuni cibi che non può mangiare, altri che può assumerli occasionalmente ed altri ancora che possono rappresentare dei pasti quotidiani poiché particolarmente salutari.

Una tra le domande più frequenti quando si tratta l’alimentazione dei nostri amici a quattro zampe è: il cane può mangiare le mandorle?

Si possono dare le mandorle al cane?

Tra le domande più comuni riguardanti la dieta dei cani vi è proprio questa inerente le mandorle. È normalissimo porsi questioni come questa poiché nessuno vorrebbe dare a mangiare al proprio cucciolo un alimento che, pur non sapendolo, gli faccia male.

Le mandorle sono degli alimenti fondamentali per la dieta dell’uomo, esse rappresentano infatti un’importante risorsa energetica, grassi buoni e tante vitamine e micronutrienti.

Tuttavia bisogna ricordare che non tutti gli alimenti che noi mangiamo possono essere dati ai nostri amici a quattro zampe. Le mandorle rientrano tra quelle incognite riguardanti la nutrizione del tuo cane.

Senza prolungarci troppo, vogliamo darti in fretta la risposta che tanto desideri: si, i cani possono mangiare le mandorle.

Esse rappresentano per il cane, così come per l’uomo, un nutrimento di eccezionale qualità, tuttavia bisogna stare attenti a prendere determinate precauzioni affinché non si rivelino dannose per il tenero amico.

Quante mandorle possono mangiare i cani?

Sebbene nell’uomo tale alimento venga consigliato in piccole quantità (generalmente 3-4 pezzi) poiché composto da elevate quantità di grassi, il limite per un bambino è di 6-7 mandorle, mentre per un adulto sale a 30-40 in base al tipo di corporatura.

Questo limite deriva dal fatto che le mandorle, se assunte in eccessive quantità, possono risultare tossiche, sia per l’uomo che per il cane.

Dunque è necessario valutare anche la stazza del proprio cane per comprendere quante ne possa mangiare.

Ad esempio non è possibile dare le stesse quantità di mandorle ad un mastino tibetano e ad un barboncino, infatti si tratta di due cani decisamente diversi sul piano fisico.

Una volta tenuto conto della stazza del proprio cane, è consigliabile dare a mangiare una mandorla ogni tanto ad esso, ciò significa che debba rappresentare un premio occasionale.

Nonostante la stazza influisca notevolmente sulle quantità che possono essere date all’animale, ciò non significa che un mastino tibetano possa mangiarne 4-5, ricordiamo infatti che si tratta fondamentalmente di cibi che possono essere dannosi.

Come prepararle

Un altro dei punti più delicati da affrontare quando si parla dell’alimentazione del cane è la preparazione degli alimenti.

L’uomo generalmente mangia numerosi cibi fritti che, pur essendo dannosi, non rappresentano un pericolo vero e proprio. I danni di una dieta sbagliata generalmente si presentano a distanza di anni, non nell’immediato.

Lo stesso non vale per i cani, infatti è sufficiente ingerire un cibo particolarmente dannoso un paio di volte e si potrebbe insorgere in numerosi problemi intestinali. Questo spiega perché le fritture siano assolutamente vietate ai cani.

Per quanto riguarda le mandorle, la preparazione di queste è davvero semplice, ma necessita comunque di un po’ di attenzione.

Prima di tutto è chiaro che i cani non possano mangiare mandorle che siano salate, fritte o con il guscio, quindi prediligi sempre quelle al naturale totalmente sgusciate.

Un ulteriore consiglio è quello di romperle in pezzi più piccoli o triturarle cosicché sia più semplice per il nostro amico a quattro zampe ingoiarle.

Il cane ha mangiato tante mandorle, cosa potrebbe succedere?

Nonostante le attenzioni date al cane, può comunque capitare che dopo esserci distratti un attimo il nostro cane abbia preso le mandorle e abbia cominciato a mangiarle.

In questi casi è bene mantenere la calma poiché si può comunque intervenire senza difficoltà, specialmente se si agisce in fretta.

Prima di tutto è consigliabile chiamare il proprio veterinario di fiducia e chiedere suggerimenti per evitare che il cane stia male in seguito all’ingerimento delle mandorle.

Un eccessivo consumo di mandorle porta il più delle volte ad un’intossicazione alimentare, questa patologia generalmente è accompagnata da sintomi come: diarrea, vomito, febbre e crampi.

Quindi è di fondamentale importanza cercare in ogni modo di prevenire la possibilità di un’intossicazione alimentare nel nostro cane poiché i sintomi potrebbero destare preoccupazione.