I cani possono mangiare i fagioli?

I cani possono mangiare i fagioli?

Assicurare i propri animali domestici una corretta alimentazione significa nel breve termine garantire la loro salute, la lucentezza del pelo e la salute dei denti, mentre nel lungo termine allungargli la vita.
Per questo motivo è sempre opportuno informarsi circa i cibi utilizzati dai padroni che possono mangiare senza problemi anche loro, così da non arrecare danno agli organi interni.
Leggendo una lista dettagliata di alimenti sconsigliati rimarrete infatti decisamente stupiti circa alcune categorie che mai avreste creduto essere nocive e che invece possono rivelarsi pericolose se non mortali in alcune condizioni limite.
Nello specifico in questo articolo cercheremo di capire se il vostro cane può mangiare fagioli e nei caso affermativo in quale quantità periodica.

È possibile dare serenamente i fagioli al proprio cane?

I fagioli sono notoriamente un alimento ricco di proteine vegetali, che apportano il giusto grado di nutrienti agli umani così come gli animali.
La dieta del vostro cane dovrebbe essere basata proprio su un approvvigionamento ravvicinato di sostanze di questo genere, accompagnate da fibre e vitamine in quantità, mentre i grassi andrebbero limitati il più possibile soprattutto con il passare degli anni.
Possiamo pertanto affermare con certezza che non si tratta di un cibo nocivo sotto tutti i punti di vista, che anzi può essere utilizzato in alternativa ad altri come piacevole snack.
È il caso ad esempio di quei cani che mostrano sempre appetito e chiedono con insistenza di essere saziati. Sostituire un classico biscotto con un legume di questo tipo permette di soddisfare la richiesta pressante ma allo stesso tempo non andare a gravare troppo sulla linea.
Il discorso vale soprattutto per tutti quegli esemplari che non sono più giovanissimi e tendono al sovrappeso, oppure sono ingrassati a seguito della sterilizzazione e hanno dovuto modificare l’alimentazione in maniera più o meno drastica.
Molti cani apprezzano soprattutto il sapore del fagiolo verde crudo, che risulta croccante in bocca e ricorda un croccantino gustoso al palato.
Inoltre, molto spesso non è la fame a guidarli ma l’ingordigia, quindi non pongono troppa attenzione a quello che stanno realmente mettendo in bocca, risultando contenti del semplice gesto.
Non si tratta pertanto di un alimento tossico per il cane, come invece può capitare per alcune tipologie insospettabili di frutta e verdura.
Il suggerimento è quello di non eccedere nelle porzioni e cercare di dare uno o due fagioli al giorno al massimo, così da mantenere il corretto apporto di proteine quotidiano necessario al benessere generale.

Quando è meglio evitare di dare i fagioli al proprio cane?

Alcuni cani soffrono di intestino irritabile e tendono ad avere manifestazioni periodiche più o meno gravi in tal senso. Per questo motivo, se sapete che il vostro amico a 4 zampe presenta questo problema, limitate molto l’apporto di fagioli o evitate proprio di darglieli.
Si tratta infatti di un alimento che nell’uomo e nell’animale può provocare aerofagia e ristagno all’interno dello stomaco, generando dei disordini con dolore localizzato e fenomeni di diarrea o vomito.
Il suggerimento è quello di fare una prova con un singolo elemento e vedere come reagisce il cane, in modo da potervi poi eventualmente regolare con le quantità per il futuro.
Non lasciatevi convincere dal suo inesauribile appetito, poiché il fatto che desideri mangiarli non significa che non possa subirne gli effetti collaterali nel breve termine.
Pur facendolo con gli occhi lui non è in grado di comunicare quindi è opportuno seguire tutte le indicazioni del caso per evitare spiacevoli episodi successivi.
Se avete qualche dubbio non esitate a contattare il vostro veterinario, che conosce il caso specifico e saprà dirvi qual è il migliore comportamento da tenere e la quantità esatta di legumi da fornire.

Come bisogna comportarsi con i fagiolini?

Lo stesso discorso vale per i fagiolini, ancora più piccola della precedente e quindi perfetta per assicurare un premio legato a un buon comportamento o saziare il cane tra un pasto e l’altro.
Si tratta di elementi ricchi di fibre e proteine, utili per la corretta attività intestinale e in generale per il benessere fisico del vostro cane.
Utilizzare questo espediente al posto dei classici biscotti commerciali significa compiere una scelta più attenta nella direzione di una dieta sana ed equilibrata, che possa garantire la salute per il più alto numero possibile di anni a venire.

Quali fagioli scegliere per il proprio cane?

Come ponete attenzione alla vostra salute e magari cercate di acquistare cibi biologici o di provenienza sicura, la stessa cosa dovreste cercare di fare per il vostro animale domestico.
Non esiste una regola generale ma è necessario affidarsi in questo caso al buon senso, andando ad acquistare prodotti salutari o coltivandoli addirittura presso il proprio giardino.
Il consiglio generale è quello di evitare nettamente i prodotti in scatola e soprattutto quelli conditi già all’interno della confezione, soprattutto se con salsa di pomodoro, che può risultare dannosa per lo stomaco e l’intestino dell’animale.
Potrete pertanto cucinare dei fagioli freschi come per il resto della famiglia e metterne da parte una certa quantità per il proprio amico a quattro zampe, in modo che possa usarli come snack anche freddi.
In parte possono inoltre sostituire l’apporto di carne necessaria al benessere psicofisico, quindi è possibile mischiarli anche con altri elementi della pappa per rendere maggiormente ricco e gustoso il pasto.
Molti cani amano infatti variare la propria alimentazione e apprezzano la possibilità di non mangiare sempre la stessa composizione, facendovi comprendere a modo loro di essere soddisfatti.
Inserendo questo cibo qualche volta alla settimana otterrete pertanto numerosi vantaggi e terrete sotto controllo il fabbisogno di proteine vegetali utili alla perfetta forma fisica dal punti di vista interno ed esterno.