I cani possono mangiare il cocco?

I cani possono mangiare il cocco?

Quando si tratta di alimentazione canina esistono diverse mentalità di pensiero a riguardo, molte persone preferiscono infatti aggiungere alla dieta dei loro animali domestici anche alimenti naturali; questo perché, non solo il cane apprezzerà di più il cibo, ma anche per la loro quantità di benefici che ne può derivare dal consumo.

Se decidi di proseguire per questa strada ricordati sempre di stare attento e informarti nel modo adeguato; infatti non tutti gli alimenti che sono salutari per noi esseri umani, lo sono anche per i nostri amici fidati, anzi in alcuni casi possono risultare altamente tossici e dannosi per la loro salute, sopratutto quelli di origine vegetale.

Oggi parleremo di un alimento fresco e molto gettonato non solo per il suo sapore favoloso, ma anche per le sue qualità e benefici che apporta all’organismo: stiamo parlando del cocco. Questo alimento si è diffuso con prepotenza nel nostro continente e ha raccolto tantissimi consensi positivi, viene infatti utilizzato in svariate ricette e preparazioni.

Se a questo punto ti stai chiedendo se per caso il tuo cane può mangiarlo anche lui oppure è meglio evitare di proporglielo, continua a leggere questo articolo, troverai infatti tutte le risposte che stai cercando.

Posso dare il cocco al cane?

Si, il cocco è adatto all’alimentazione del cane. Devi però stare attento alle modalità e alle dosi in cui lo servi; infatti ogni alimento consumato in maniera eccessiva può portare a diversi problemi o disagi, anche il cocco non fa eccezione.

Qual è la quantità ideale di cocco che posso dare al cane?

Non esagerare è la regola di base. Se hai dubbi su come integrare questo alimento rivolgiti al veterinario e create insieme una dieta equilibrata in base alla dimensione, all’età e allo stato di salute del tuo cane.

Ricordati sempre d’inserire poco per volta l’alimento in questione nella dieta, così da permettere al tuo amico a quattro zampe di abituarsi lentamente e nel modo corretto.

Come servire e preparare il cocco al cane?

Quando desideri proporre il cocco al tuo cane tieni presente alcune regole di base: prima di tutto il guscio va eliminato, questo infatti può creare danni o ostruzioni intestinali; dopodiché, per quanto riguarda la polpa, la potete offrire al cane cruda oppure essiccata, non prima di averla tagliata in pezzi di dimensione adatta alla stazza del tuo animale.

Puoi aggiungere il cocco durante il pasto direttamente nella ciotola, oppure offrirglielo come snack o premio saporito. Online puoi trovare anche tantissime ricette per cani come i biscotti al cocco e diversi frullati di frutta.

Ricordati sempre d’inserire l’alimento poco per volta in modo tale da poter riscontrare allergie o intolleranze che il cane potrebbe presentare.

Il cane può assumere olio o acqua di cocco?

Si, anche questi senza esagerare. L’olio e l’acqua di cocco sono adatti al consumo canino, l’importante è ricordarsi sempre di non eccedere con le dosi.

In particolare con l’olio stai sempre attento a non esagerare, questo perché nonostante sia sano, fa comunque ingrassare.

Per quanto riguarda invece l’acqua di cocco il suo alto contenuto di vitamine, sali minerali ed enzimi la rende un liquido particolarmente salutare e benefico; inoltre, grazie al suo sapore, la puoi usare come ricompensa durante l’addestramento del cane.

Tra i suoi pregi il primo sicuramente è la freschezza, poi troviamo il sapore e infine la sua capacità di aumentare l’energia del tuo amico fidato; risulta quindi perfetta durante le giornate estive dove il caldo è insopportabile.

Cocco nell’alimentazione del cane: quali benefici posso riscontrare?

Il cocco è un frutto ricco di sali minerali, quali prima fra urti il potassio, ma anche ferro, fosforo e magnesio; il suo contenuto vitaminico è vario e completo. La metà della sua composizione è occupata dall’acqua e dalla fibra; essendo un alimento abbastanza calorico stai sempre attento alle dosi con cui lo somministri, evitando magari il consumo nei cani in sovrappeso.

Tutte queste sostanze nutritive permettono l’apporto di altrettanti benefici alla salute del cane, vediamo quindi quali sono questi vantaggi:

  • aumenta e migliora le difese immunitarie dell’organismo;
  • aiuta la formazione di nuovi globuli rossi;
  • cura il pelo e la pelle del cane;
  • riduce l’alitosi;
  • previene problemi come l’artrite;
  • aiuta a bilanciare l’insulina.

Ci sono controindicazioni nell’aggiunta di cocco nella dieta del cane?

Si, come ogni alimento anche il cocco ha qualche avvertenza particolare. Come abbiamo già detto sopra l’eccesso porta sempre delle conseguenze sulla salute dell’animale; il cane inoltre può risultare allergico o intollerante.

Anche le modalità in cui offri l’alimento possono portare problemi, per esempio offrire una noce di cocco intera al cane non è mai una buona idea, neanche lasciare che mangi il guscio; queste situazioni possono infatti causare danni e ostruzioni intestinali.

In caso di sintomi o disturbi rivolgiti sempre al tuo veterinario di fiducia per scongiurare l’aggravarsi di questi particolari disagi.

Conclusioni

Il cocco può essere integrato tranquillamente nella dieta del cane in tutte le sue forme presenti in commercio, è infatti un alimento che apporta tantissimi benefici e piace molto; non dimenticarti però di eliminare il guscio e tagliarlo nelle dimensioni più adatte al tuo amico peloso.

Come con tutti gli alimenti stai attento alle dosi eccessive o a intolleranze varie che possono portare a disturbi a livello intestinale. In questi casi non esitare a consultare immediatamente il veterinario e agisci poi di conseguenza.