American pit bull terrier: tutto quello che devi sapere sul Pit Bull

American-pit-bull-terrier

L’American pit bull terrier, più comunemente chiamato solo Pit bull, è purtroppo un cane che gode di una cattiva fama, ma in realtà è dotato di numerose qualità positive che purtroppo vengono celate da individui senza scrupoli, che lo obbligano a una vita di stenti per aumentare la loro rabbia e costringerli a combattere fra loro.

Adottando un cucciolo di questa meravigliosa razza è invece possibile scoprire che nei suoi occhi dolci si cela un compagno fedele e paziente, capace di difendere la famiglia dai malintenzionati ma anche tenere sotto controllo la propria aggressività.

Al contrario di quanto si possa pensare, si tratta di un esemplare che si presta perfettamente a crescere all’interno di una famiglia con bambini piccoli, poiché ama molto giocare e divertirsi in compagnia dei suoi piccoli amici.

Come ogni tipologia di animale domestico merita di essere scoperto e conosciuto con tutti suoi pregi e i suoi difetti, così da poterlo crescere nel modo migliore andando a stimolare i primi e arginare i secondi.

La conformazione fisica e le caratteristiche

L’American pit bull terrier è un cane di razza grande che si caratterizza per una muscolatura decisamente sviluppata; difficile infatti vedere in giro un esemplare sovrappeso, poiché tende alla corsa e al movimento e possiede una forza innata non indifferente.

La sua altezza si attesta attorno ai 50 cm, mentre il peso arriva fino a 27 kg nei maschi, mostrando talvolta una line quasi invidiabile.

La longevità si attesta attorno ai 10-12 anni, in linea con altre razze di taglia grande, che tendenzialmente tendono a vivere qualche anno di meno rispetto alle varianti più piccole.

La mascella è forte e pronunciata, mentre gli occhi sono piccoli e vivaci, capaci di una straordinaria espressività nei cuccioli così come negli adulti.

Il pelo è solitamente corto, duro e denso e può essere indifferentemente macchiato, monocolore sul marrone, nero, grigio o bianco, oppure pluricolore.

Esistono pertanto in natura numerose varianti, tutte ugualmente affascinanti e perfette da tenere in casa.

Carattere: pregi e difetti

Quando si decide di adottare un cane decisamente determinante sarà il modo in cui questo verrà cresciuto nel tempo.

Lo dimostra proprio l’American pit bull terrier, che se maltrattato è capace di sanguinosi combattimenti ma in una condizione di amore e serenità sarà un ottimo amico a quattro zampe di adulti e bambini.

Tra i suoi principali pregi del suo temperamento riscontriamo proprio la grande affettuosità nei confronti della famiglia, che è pronto a difendere a ogni costo quando sente un sentore di pericolo.

Tra le mura domestiche, dove vive agevolmente nonostante la stazza, si divertirà a giocare tutto il giorno e mostrerà un lato del carattere del tutto inaspettato capace di intenerire anche il cuore più duro.

Può tuttavia dormire anche all’esterno, facendo la guardia a tutto il perimetro e spaventando i ladri con il suo abbaio decisamente forte e potente che funge già da solo da deterrente.

Forte è appunto la sua tendenza al gioco e quindi la possibilità di addestrarlo con facilità, ricorrendo a una serie di espedienti che possano aiutarlo a concentrarsi su un obiettivo.

Soprattutto in giovane età, presenta un’energia fuori dal comune e pertanto il consiglio è quello di lasciarlo sfogare per qualche ora su un prato ogni volta che è possibile, così che possa tornare a casa stanco la sera e non distruggere l’interno dell’appartamento.

È decisamente semplice da pulire dato il pelo davvero corto, che consente di lavarlo facilmente e rimuovere eventuale sporcizia. Inoltre tende a sbavare decisamente poco, un punto a suo favore se si decide di farlo vivere nelle nostre stesse stanze.

Si tratta di un esemplare che solitamente soffre molto la solitudine, quindi sarebbe preferibile prenderlo se in casa è spesso presente qualcuno che possa fargli compagnia.

Tuttavia è molto territoriale, quindi sarebbe meglio non aggiungere un altro cane quando lui è già il padrone della casa, per evitare che possano scoppiare litigi e che venga fuori la sua indole leggermente suscettibile.

Tra i suoi difetti c’è infatti una propensione maggiore a mordere anche se, venendo ben educato, è improbabile che possa rigirarsi verso il suo stesso padrone.

Come prendersi cura di lui

Nonostante sia un cane dal pelo molto corto, il pit bull a perderne molto e necessita pertanto di essere spazzolato con cura periodicamente in modo che questo fenomeno possa attenuarsi.

Sono soggetti a soffrire poi di allergie cutanee, quindi nel caso si decida di lavarli in casa sarebbe opportuno utilizzare dei detergenti appositi che non generino alcuna forma di dermatite.

Per il resto si parla di cani decisamente robusti, che non sono soggetti a particolari patologie genetiche e necessitano soltanto di vivere un’esistenza sana all’insegna del movimento e di una dieta bilanciata ed equilibrata.

Il consiglio è quello di non eccedere mai con le dosi di cibo, poiché il sovrappeso potrebbe fargli perdere la sua linea così elegante e soprattutto provocare problemi e scompensi a livello di salute.

Se inoltre desiderate farlo addestrare, sappiate che mostra un’innata intelligenza in ogni attività e si presta perfettamente a rispondere sia ai comandi base che a quelli più complessi.

Un esperto del settore saprà canalizzare il suo vigore, la forza fisica e l’entusiasmo, in modo che sia meno irruento una volta fatto ritorno a casa.
Avendo poi l’istinto della caccia, fate molta attenzione a lasciarlo libero senza guinzaglio, poiché potrebbe scappare attratto da qualche preda, magari mordendo altri animali che si trovano casualmente nei paraggi.

Essendo territoriali, infatti, soprattutto i maschi temono i rivali e potrebbero attaccarli per difendere quella che considerano la loro zona.

Il Costo

Acquistare un American pit bull terrier si rivela talvolta molto oneroso, perché il costo un esemplare si aggira attorno ai 1000 – 1500 euro se dotato di pedigree e storia genetica di livello, con dei costi di gestione importanti dovuti alla sua stazza. Per il cibo preventivate circa 50 euro al mese, a seconda della tipologia e della marca, soprattutto in età adulta e nel pieno dello sviluppo.